.

Categoria:
proposte

Roma deve tornare a prendersi il posto che le spetta nel mondo.

Deve essere una Capitale rispettata, amata, che attrae non solo turisti e pellegrini, ma giovani, idee, creatività, innovatori.
I Romani dovranno vivere in una Città che cresce in modo intelligente ed ecologico. Una Città che punta sull’economia della conoscenza, sul turismo di qualità e sostenibile, su ricerca, sviluppo e innovazione. Che attrae i giovani, ritrovando l’ambizione e la capacità di competere con le altre capitali europee.

Roma dovrà ritrovare il senso di quella tensione tra antico e moderno che rende dinamica e attrattiva una comunità, per portare tanti giovani a scegliere la Capitale d’Italia come posto in cui vivere, in cui costruire i propri progetti, i propri sogni. Cultura, arte, innovazione, ricerca, ambiente: è qui che ci sono le direzioni dello sviluppo di Roma, proprio dove c’è la sua Storia. É su questi settori che dobbiamo rilanciare un new deal di sviluppo e nuova occupazione, integrando le eccellenze di Roma in un piano di crescita strutturale e complessivo, in cui ogni pezzo sia collegato e valorizzato.

Roma Capitale della cultura e dell’intelligenza.
Con in più un investimento sulle nuove tecnologie. Per offrire più libertà di informazione, con il wifi nelle piazze, nei parchi e in tutti gli spazi pubblici. Per valorizzare i beni culturali e artistici, attivando partnership con gli operatori digitali internazionali e tutelando, come ha fatto Hollande in Francia con Google, l’uso degli elementi identitari della storia e della cultura romana sul web.